Fattoria Didattica

La fattoria didattica si propone di far apprendere e sperimentare ai ragazzi le fasi della produzione agricola sviluppandone così la sensibilità ambientale, promuovendo l’idea del lavoro eco-sostenibile e dell’educazione alimentare e sottolineando l’importanza del cibo genuino per un’alimentazione salutare. Sono previsti diversi laboratori che affiancano alla visita alle attività aziendali il lavoro creativo con educatori su materiale testuale e visivo. Inoltre con l’ausilio di esperti gli utenti produrranno alimenti derivanti dalle materie prime (farina, olio, etc..). Tali prodotti saranno preparati, cucinati e degustati nel pranzo della stessa giornata.

Il laboratorio “La Giornata dell’Ulivo” si propone di far conoscere il comparto olivicolo, la raccolta delle olive e la produzione dell’olio, nonché di approfondirne le qualità organolettiche e l’uso nella storia.

Il laboratorio “La Giornata della vite” si propone di far conoscere il comparto vitivinicolo attivo a partire dal 2006 quando ha aderito al Piano Integrato di Filiera dei Vini della Calabria Citra. Per poter ottenere dei vini di qualità è stata costruita una cantina razionale con tini raffreddati, una pigia-diraspatrice ed una pressa pneumatica di ultima generazione.

Il laboratorio “dal Grano alla tavola” si propone di mostrare la produzione, lavorazione e trasformazione del Grano con focus sulla trasformazione della farina in pane, pizza e pasta fresca tradizionale.  L’azienda produce Grano tenero, varietà Bologna, su una superficie di 4 ha.  Insieme a G.A.S. Utopie Sorridenti ha dato vita al progetto “Il Seme Che Cresce”, che si occupa di far conoscere e sviluppare il processo dalla semina alla trasformazione.

Altri laboratori costruiti sulla produzione agricola riguardano la coltivazione e trasformazione di ortaggi tipici come ad esempio la melanzana, mostrando tramite un percorso gastronomico e geografico come l’ortaggio sia alla base di numerose ricette tipiche di molti paesi mediterranei. Da qui nasce l’idea del “tour gastronomico del mediterraneo”. Esso si propone come attività didattica che interseca gastronomia, storia, geografia e letteratura dei paesi mediterranei, sottolineando similitudini e differenze delle diverse tradizioni culinarie locali.

Il percorso zootecnico si avvale della collaborazione di aziende limitrofe per mostrare le tecniche dell’allevamento di capre con relativa produzione casearia, e dell’allevamento delle api con produzione di miele.

Si propongono infine laboratori meno legati alla produzione ed incentrati sull’ ambiente naturale: - visita nel bosco con spiegazioni sulle erbe spontanee e la diversità biologica;                        - fotografia paesaggistica

COSTI: Si prevede un costo di circa 10-20 euro a persona per l’intera giornata. Il prezzo dipende dal menù che si concorderà per il pranzo

Utenza

1- Alunni di scuole elementari e delle scuole medie. A questo soggetto si propongono attività di esperienza diretta ricollegate alle materie scolastiche normalmente studiate a scuola (scienza, italiano, storia, geografia) tramite l’espressione personale e artistica.

2- Alunni di scuola superiore. Per studenti frequentanti l’istituto agrario si prevede un offerta didattica più approfondita sulle tecniche di coltivazione, raccolta e trasformazione. Per studenti dell’istituto alberghiero l’approfondimento riguarderà invece la qualità del cibo cucinato e condito con prodotti biologici. Per gli studenti liceali la proposta didattica investe il piano letterario, storico e artistico con excursus e approfondimenti sulla cultura agricola in diversi contesti storici e culturali

3- Disabili. Per questo soggetto la proposta didattica si incentra su percorsi cognitivo- sensoriali tramite i quali veicolare conoscenze e competenze in modo fruttuoso.

4- Minori provenienti da particolari contesti di tutela come case famiglia, carceri minorili, progetti SPRAR. La proposta didattica è uguale a quella proposta alle classi scolastiche ma calibrata sulla specificità del soggetto in modo da rispondere a bisogni particolari derivanti dalla condizione che vive; si intende far acquisire conoscenze e competenze sviluppando contemporaneamente il senso di inclusione sociale e aumentando nel soggetto la percezione delle proprie potenzialità positive.

Attività

FASE 1 – Visita alle attività di produzione.

Gli utenti saranno accolti in azienda e accompagnati nella visita alle attività agricole sul campo alle quali parteciperanno attivamente ricevendo spiegazioni sulle tecniche di coltivazione e sulla botanica.

A seconda del prodotto preso in esame sono previste visite ad aziende limitrofe che lavorano alla trasformazione dei prodotti.

Le visite terminano al punto ristoro dell’agriturismo Il Mancino dove sarà servito il pranzo il cui menù verrà concordato anticipatamente e farà largo uso dei prodotti precedentemente studiati.

FASE 2 – Percorsi didattici

I singoli percorsi sono costruiti diversamente a seconda del tipo di utenza e sviluppano con diverse tecniche gli aspetti culturali e/o scientifici legati alle produzioni agricole e alla conoscenza della natura.

Referenti:

Gallo Maria Carmela 3497532944 (Educatrice professionale)                                                     Mazzei Sara 3400972880 (Educatrice professionale)                                                                     Tassinari Ira 3486974434 (Esperta comunicazione)

I commenti sono chiusi.